Stampa

Informazioni per l’accesso alle eventuali riduzioni tariffarie accordate agli utenti in stato di disagio economico e sociale e la relativa procedura, ove le suddette riduzioni siano previste

 

ART. 23 - RIDUZIONI PER LE UTENZE DOMESTICHE

 

  1. La tariffa si applica in misura ridotta, nella quota fissa e nella quota variabile, alle utenze domestiche che si trovano nelle seguenti condizioni:
  2. abitazioni occupate da soggetti che risiedano o abbiano la dimora, per più di sei mesi all’anno all’estero: riduzione del 30% nella parte fissa/nella parte variabile;
  3. abitazioni tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, non superiore a 183 giorni nell’anno solare: riduzione del 30% nella parte fissa e nella parte variabile;
  4. Le riduzioni di cui al comma precedente si applicano dalla data di effettiva sussistenza delle condizioni di fruizione se debitamente dichiarate e documentate nei termini di presentazione della dichiarazione iniziale o di variazione o, in mancanza, dalla data di presentazione della relativa dichiarazione.
  5. Per le utenze domestiche che provvedono a smaltire in proprio gli scarti compostabili mediante compostaggio domestico è prevista una riduzione del 20% sulla quota variabile della tariffa del tributo, con effetto dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello di presentazione di apposita comunicazione attestante l’aver attivato il compostaggio domestico in modo continuativo e corredata della documentazione relativa all’acquisto dell’apposito contenitore.

La riduzione è concessa a condizione che il compostaggio domestico sia effettuato su pertinenza della propria abitazione.

Con la presentazione della sopracitata istanza il medesimo autorizza altresì il Comune a provvedere a verifiche, anche periodiche, al fine di accertare la reale pratica del compostaggio.

La riduzione, una volta concessa, compete anche per gli anni successivi, fino a che permangono le condizioni che hanno originato la comunicazione. Nel caso in cui venga meno la possibilità di praticare il compostaggio, l’utente è tenuto a darne specifica comunicazione all’ufficio comunale competente.

Per le persone iscritte nell’elenco dei coltivatori diretti (di cui alla Legge n. 9 del 09.01.1963, n. 153 del 30.04.1969 e n. 233 del 02.08.1990 e successive modificazioni ed integrazioni) la concessione della riduzione del 20% sulla quota variabile della tariffa, in caso di attivazione del compostaggio domestico non è subordinata all’utilizzo della compostiera, ma solo alla presentazione della modulistica prevista.

Restano valide le dichiarazioni già presentate ai fini della tassa smaltimento dei rifiuti solidi urbani ed ai fini del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi.

Le riduzioni di cui al presente articolo – comma 1 - cessano di operare alla data in cui ne vengono meno le condizioni di fruizione, anche in mancanza della relativa dichiarazione.

 

ART. 24 - RIDUZIONI PER IL RECUPERO

 

  1. La tariffa dovuta dalle utenze non domestiche può essere ridotta a consuntivo in proporzione alle quantità di rifiuti assimilati che il produttore dimostri di aver avviato al recupero nell’anno di riferimento, mediante specifica attestazione rilasciata dall’impresa, a ciò abilitata, che ha effettuato l’attività di recupero.
  2. Per «recupero» si intende, ai sensi dell’articolo 183, comma 1, lett. t), del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152, una qualsiasi operazione il cui principale risultato sia di permettere ai rifiuti di svolgere un ruolo utile, sostituendo altri materiali che sarebbero stati altrimenti utilizzati per assolvere una particolare funzione o di prepararli ad assolvere tale funzione, all'interno dell'impianto o nell'economia in generale.
  3. La riduzione fruibile, in ogni caso non superiore al 30% della tariffa dovuta dall’utenza, è commisurata alla quantità effettivamente avviata al recupero rispetto alla quantità di rifiuti potenzialmente prodotti (produzione ponderata dei rifiuti) sulle superfici tassabili operative in relazione all’attività esercitata, secondo la formula :% rifiuto recuperato sul totale * 30%. La produzione ponderata di rifiuti è determinata in base ai “coefficienti di produzione Kg/mq anno” (KD) nord Italia – medi indicati nella tabella 4.a allegata al D.P.R. 27 aprile 1999, n. 158. La superficie presa a riferimento è quella tassabile operativa dove si producono i rifiuti avviati al recupero.

Detta riduzione compete solo agli operatori che dimostrino, mediante esibizione di idonea documentazione (formulario rifiuti, attestazione soggetto che effettua l’attività di recupero), l’avvenuto effettivo recupero dei rifiuti nell’anno precedente, entro il mese di febbraio dell’anno successivo, a pena di decadenza. La riduzione tariffaria spetta pertanto solo a consuntivo comportando lo sgravio o il rimborso dell’eccedenza di tassa e deve essere presentata entro fine febbraio di ciascun anno.

E’ facoltà del Comune, comunque, richiedere ai predetti soggetti copia del modello unico di denuncia (MUD) per l’anno di riferimento o altra documentazione equivalente. Qualora di dovessero rilevare delle difformità tra quanto dichiarato e quanto risultante nel MUD/altra documentazione, tali da comportare una minore riduzione spettante, si provvederà a recuperare la quota di riduzione indebitamente applicata.

L’ammontare globale delle riduzioni ammissibili non potrà comunque eccedere il limite di spesa stabilito annualmente dal Comune con la delibera tariffaria. In caso contrario, esse sono proporzionalmente ridotte.

 

ART. 25 - RIDUZIONI PER INFERIORI LIVELLI DI PRESTAZIONE DEL SERVIZIO

Fermo restando che gli occupanti o detentori degli insediamenti comunque situati fuori dell’area di raccolta sono tenuti a conferire i rifiuti urbani interni ed assimilati nei punti di raccolta più vicini rientrando nella zona servita, per dette utenze il tributo è ridotto, tanto nella parte fissa quanto nella variabile:

La distanza di cui al presente articolo viene calcolata dall’accesso dell’utenza alla strada pubblica al più vicino punto di raccolta.

La riduzione di cui al comma precedente non si applica alle utenze non domestiche.

Il tributo è dovuto nella misura del 25% della tariffa nei periodi di mancato svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti, ovvero di effettuazione dello stesso in grave violazione della disciplina di riferimento, nonché di interruzione del servizio per motivi sindacali o per imprevedibili impedimenti organizzativi che abbiano determinato una situazione riconosciuta dall'autorità sanitaria di danno o pericolo di danno alle persone o all'ambiente.

 

ART. 26 - ULTERIORI RIDUZIONI ED ESENZIONI

 

  1. La tariffa si applica in misura ridotta alle utenze domestiche che si trovano in particolari situazioni di disagio socio – economico come segue:
  2. Riduzione del 100% nella parte fissa e nella parte variabile.
  3. La riduzione è proposta dall’assistente sociale di riferimento e accordata con deliberazione di Giunta Comunale, attestante la sopra indicata circostanza.
  4. In caso di calamità naturali il Consiglio Comunale può stabilire la riduzione in percentuale del tributo per gli utenti interessanti dall’evento.
  5. Ulteriori riduzioni, esenzioni ed agevolazioni possono essere fissate annualmente del Consiglio Comunale con la manovra tariffaria dell’anno di competenza, purché adeguatamente finanziate a norma dell’art. 1, comma 660, Legge 27 dicembre 2013, n. 147.

 

ART. 27 - CUMULO DI RIDUZIONI

 

  1. Qualora si rendessero applicabili più riduzioni ciascuna di esse opera sull’importo ottenuto dall’applicazione delle riduzioni precedentemente considerate.

 

 

pdf PER IL SOLO ANNO 2020, E' PREVISTA UNA RIDUZIONE DEL 25% SUL TOTALE TRIBUTO TARI (AL NETTO DELL'ADDIZIONALE PROVINCIALE) PER LE UTENZE NON DOMESTICHE CHE HANNO SUBITO L'OBBLIGO DI CHIUSURA DA DPCM. (500 KB)

pdf TRIBUTO SUI RIFIUTI (TARI) – APPROVAZIONE AGEVOLAZIONI ANNO 2020 (Deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 30.09.2020 pubblicata il 15.10.2020) (1.57 MB)

Pannolini lavabili una scelta per la salute di tuo figlio e dell'ambiente

 

 

pdf Delibera ARERA 158 2020 (388 KB)

pdf Delibera ARERA 158 2020 Allegato (101 KB)

Visite: 559
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.    Info   
DMC Firewall is a Joomla Security extension!